Studio di Psicologia e Psicoterapia
per l’età evolutiva, la famiglia e la scuola

Età Prescolare (0-5 anni)

Nel bambino piccolo troviamo spesso difficoltà sul versante linguistico, comportamentale o emotivo-relazionale. Tra le difficoltà più comuni in questa fascia d’età riscontriamo: ritardi o disturbi nell’acquisizione del linguaggio, carente sviluppo dei prerequisiti per l’apprendimento, comportamenti di aggressività verso i pari o gli adulti, scarso rispetto delle regoleritiro/chiusura socialedifficoltà di separazione dalle figure di riferimento.

A volte questi problemi sono transitori, altre volte costituiscono l’esordio di successivi disturbi psicopatologici.

Scopo della consultazione nella prima infanzia è comprendere come si è instaurato il sintomo e offrire una possibilità di gestione delle difficoltà attuali soprattutto in un’ottica di prevenzione di difficoltà future.

La consultazione prevede dalle tre alle cinque sedute. Si valutano le capacità cognitive, linguistiche, grafiche, l’attività di gioco e le abilità relazionali del bambino. In caso di difficoltà sul versante della separazione dalle figure di riferimento si procederà con l’osservazione diretta della relazione madre-bambino.

Più il bambino è piccolo più si prevede il coinvolgimento diretto anche della figura di attaccamento non solo nella fase diagnostica ma anche in quella dell’intervento. Si cercherà di leggere il sintomo in chiave soprattutto relazionale potenziando, ove necessario, alcune abilità del bambino quali quelle attentive, linguistiche ed emotive, portando parallelamente il genitore a riappropriarsi della fiducia necessaria per la gestione quotidiana del figlio alla luce di un rinnovato senso di competenza ed autoefficacia.